Due mesi per andare dall’Italia a Capo Nord e ritornare. Un viaggio attraverso climi e regioni diverse, un’avventura on the road che volevo intraprendere da tempo e che ora ho l’occasione di fare grazie a una nuova protesi estremamente innovativa.

Il progetto rappresenta una rinascita e una riappropriazione di tutto quello che a un certo punto sembrava perduto per sempre.

Una storia profondamente personale che verrà raccontata attraverso una serie di ritratti, paesaggi e interni. Questo viaggio è una metafora della mia esperienza. Allontanandosi progressivamente dalle aree popolate si addentrerà in una terra quasi disabitata, per poi fare ritorno ai luoghi conosciuti e alla propria vita.

Viaggerò con il mio amico fotografo e videomaker Lucas Pernin, che documenterà il viaggio in tutti i suoi aspetti, le difficoltà, gli incontri e la (stra)ordinarietà quotidiana.

Reaching the cape è un viaggio, una scoperta fuori e dentro di sé, una sfida, un racconto. Da qui voglio far ripartire la mia vita professionale.

BACKGROUND
Nell’estate 2011 ero in Bosnia Erzegovina. Lavoravo a un progetto fotografico per concludere il Master in Fotogiornalismo presso la University of Westminster di Londra, ma resto coinvolto in un grave incidente nel quale rischio di perdere la vita. Nel mese di ottobre inaspettatamente mi sveglio dal coma. Nel frattempo ho subìto diverse operazioni e l’amputazione transfemorale di una gamba, ma ricomincio a vivere.

La mia vocazione professionale è la fotografia. Lavoro principalmente con la fotografia analogica, quella fatta di pellicole, chimica e attesa. Caratteristiche che forzano a rallentare il ritmo e a concentrarsi maggiormente sul messaggio. Questo approccio dà la possibilità di raccontare delle storie in modo più intenso, avendo più tempo a disposizione.

SOCIAL MEDIA
Il lavoro verrà scattato in pellicola senza tralasciare il potentissimo aspetto della comunicazione digitale e dei social media. Sono stati creati account dedicati per essere sempre in contatto con chi vuole seguirci in questa fantastica avventura. Si potrà avere la possibilità di vedere il dietro le quinte di tutto il viaggio attraverso video, foto e interviste.

Seguici su
https://instagram.com/reachingthecape/
https://twitter.com/reachingthecape
https://www.facebook.com/reachingthecape

E’ possibile vedere il mio lavoro su www.matteodigiovanni.com

TIMELINE
Ottobre – Novembre 2015: Il viaggio
Dicembre 2015 – Gennaio 2016: Lavoro in camera oscura
Febbrario – Marzo 2016: Spedizione del materiale

DIAMO UN’OCCHIATA ALLE “RICOMPENSE” IN DETTAGLIO
Le fotografie che seguono sono state scattate in un veloce viaggio esplorativo compiuto nel maggio 2015 per avere una prima impressione del tutto.

Ho selezionato tre fotografie, che serviranno come inizio per il linguaggio fotografico che voglio utilizzare. Si può scegliere tra queste tre foto che verranno stampate in formati differenti. Tutte le edizioni saranno numerate e firmate da me.

Ecco tutte le foto:

“TANDEM” Stampa a mano firmata e numerata su cartoncino baritato disponibile nei seguenti formati: 18×24, 24×30, 30×40, 40×50, 50×60.

1

“NORMANDIA” Stampa a mano firmata e numerata su cartoncino baritato disponibile nei seguenti formati: 18×24, 24×30, 30×40, 40×50, 50×60.

2

“HOSTED” Stampa a mano firmata e numerata su cartoncino baritato disponibile nei seguenti formati: 18×24, 24×30, 30×40, 40×50, 50×60.

3

E ADESSO TUTTE LE ALTRE RICOMPENSE:

20 € – BORSA DISPONIBILE IN DIVERSI COLORI CON IL LOGO DEL PROGETTO

4

25 € UNA DELLE POLAROID CHE UTILIZZO PER METTERE INSIEME IL MIO DIARIO DI VIAGGIO. DIMENSIONI 10,8X8,6 cm.

5

30 € STAMPA A CONTATTO STAMPATA SU CARTA 24X30cm di un rullo 6×7. Si avranno dieci scatti su ogni rullo. La foto che segue è solo un ESEMPIO!

6

50 € POSTER UFFICIALE del progetto Reaching the Cape disegnato KUMMER&HERRMAN

7
FRONTE

8
RETRO

500 € – negativo 6X12 (in foto) da stampare su carta cotone 220×110 cm

9

TORNA ALLA PAGINA UFFICIALE DEL PROGETTO